Bottega Scuola Accademia. La pittura a Verona dal 1570 alla peste del 1630

La riscoperta di un’importante capitolo della storia dell’arte veronese tra il XVI e il XVII secolo

Disponibilità: Disponibile

14,00 €

Descrizione

Dettagli

Il volume ripercorre l’attività della scuola artistica più prolifica e amata a Verona tra Cinque e Seicento, una stirpe di artisti cresciuti nell’alveo di una bottega famigliare, quella di Domenico e Felice Brusasorzi. All’incrocio stilistico tra tardo Manierismo, pittura della Realtà e Classicismo, la bottega si trasformò ben presto in una sorta di accademia corporativa capace di dare impulso a una intensa stagione di commissioni per la decorazione di chiese e palazzi cittadini e di soddisfare le crescenti ambizioni collezionistiche dell’aristocrazia locale. Il percorso, comprendente dipinti, disegni, strumenti musicali e documenti, si sviluppa attorno alla figura di Felice Brusasorzi, il caposcuola della bottega-accademia veronese al crocevia tra i due secoli.

Informazioni bibliografiche

Informazioni bibliografiche

Peso 0.3000
Autore di Francesca Rossi, Sergio Marinelli, Michele Magnabosco, Gianni Peretti
N. Pagine 96
Collana Musei civici di Verona
Tipologia o materiale Brossura
ISBN 9788857014494