Giulio Romano e l'arte del Cinquecento

Ventitré studiosi di fama internazionale fanno il punto sulla figura di Giulio Romano, celebrato da Vasari come uomo virtuoso e geniale, e ricordato persino da Shakespeare come "that rare italian master".

Disponibilità: Disponibile

35,00 €

Descrizione

Dettagli

Con ventitré contributi di studiosi italiani e stranieri, il volume approfondisce le ricerche sulla figura di Giulio Romano e mette in relazione il geniale artefice di Palazzo Te con i grandi capolavori d'arte spagnoli, francesi, cechi e austriaci. L'opera costituisce inoltre un aggiornamento fondamentale sulla vita culturale alla corte di Mantova e sulla fortuna del Rinascimento italiano in Europa.
Allievo di Raffaello a Roma, dopo il suo arrivo a Mantova Giulio Romano imprime con il suo stile poliedrico una profonda trasformazione nel campo dell’architettura e della decorazione, preparando il passaggio dal Rinascimento alla Maniera e al Barocco. Il suo capolavoro è Palazzo Te, ma i suoi disegni, o le copie dai suoi disegni,circolano per tutta l’Europa, e la sua influenza si avverte, nella Spagna di Carlo V, a Salisburgo nel castello di Helbrunn, nella Stadtresidenz di Landshut... Ma non solo l’architettura è condizionata dalle novità introdotte da Giulio. I suoi disegni promuovono uno stile nuovo nell’oreficeria, nella decorazione, negli apparati e una schiera di allievi, di cui a volte è difficile cogliere la personalità, si muove attorno a Giulio, da Rinaldo Mantovano a Fermo Ghisoni, da Benedetto Pagni a Giovan Battista Bertani, fino al più grande, il Primaticcio.

Ugo Bazzotti si laurea a Padova in Storia dell'Arte Medioevale. Successivamente, alterna l'insegnamento di Storia dell'Arte nelle scuole superiori a incarichi sperimentali per il Ministero della Pubblica Istruzione; tra questi, un quadriennio di attività come ispettore presso la Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici di Mantova. Nel 1995 vince il concorso di conservatore al Museo Civico di Palazzo Te, del quale diverrà poi direttore, assumendo al contempo la responsabilità dell'Ufficio Musei e Monumenti della città di Mantova. Svolge in parallelo attività di insegnamento, come professore incaricato, presso il Politecnico di Milano, Polo di Mantova, fino al 2007. Attualmente è docente alla Scuola di Specializzazione in Beni storico artistici dell'Università Cattolica di Milano. E' socio ordinario e vicepresidente dell'Accademia Nazionale Virgiliana. Ha curato più di novanta pubblicazioni, dedicate in maggior parte alla Storia dell'Arte Mantovana e relative ad argomenti che si estendono dal Medioevo all'Ottocento.

CARATTERISTICHE TECNICHE

- Formato: cm 15,5 x 21,3
- Pagine: 384
- Illustrazioni: 241

Informazioni bibliografiche

Informazioni bibliografiche

Autore a cura di Ugo Bazzotti
Formato chiuso cm 15,5 x 21,3
Peso 0.9000
N. Pagine 384
Tipologia o materiale Brossura
ISBN 9788857007878