"Ebbi fame e mi deste da mangiare". Luoghi, principi e funzioni della charitas veneziana, 1260-1806

Questo volume, nato da un convegno tenuto alla Scuola Grande di San Marco a Venezia, affronta il tema della carità a Venezia con un approccio multidisciplinare, che incrocia la storia dell'arte, la ricerca storico-sociale e storico-economica, per restituire attraverso i secoli lo spaccato di una società, della propria ideologia e della propria autorappresentazione. 


Il volume contiene saggi di: Maria Bergamo, Matteo Casini, Isabella Cecchini, Thomas Dalla Costa, Marina Garbellotti, Nora Gietz, Gianmarco Guidarelli, Gabriele Matino, Tom Nichols, Julia Niewind, Mario Po'. 

Disponibilità: Disponibile

Prezzo di listino: 25,00 €

Prezzo speciale: 23,75 €

Descrizione

Dettagli

Nella Venezia della prima età moderna la carità non era solo un'importante virtù cristiana: l'elargizione di cibo e altri beni ai bisognosi era un importante strumento di controllo dell'ordine sociale esistente. Istituzioni caritatevoli come le Scuole Grandi avevano al centro delle proprie attività il sostegno ai propri confratelli bisognosi, e la povertà era così diffusa che non era infrequente che anche i nobili si trovassero nella condizione di dover dipendere dalla benevolenza dei più abbienti per sopravvivere. Un'attività così estesa e centrale nella vita cittadina ha lasciato numerose testimonianze non solo nei documenti ufficiali ma anche nei grandi cicli pittorici prodotti in quegli anni, consentendo così agli studiosi di ricostruirne le dinamiche nel dettaglio. 

Il volume contiene saggi di: Maria Bergamo, Matteo Casini, Isabella Cecchini, Thomas Dalla Costa, Marina Garbellotti, Nora Gietz, Gianmarco Guidarelli, Gabriele Matino, Tom Nichols, Julia Niewind, Mario Po'. 

Informazioni bibliografiche

Informazioni bibliografiche

Autore a cura di Gabriele Matino e Nora Gietz
Formato chiuso cm 15,5 x 21,3
Peso 0.4220
Tipologia o materiale Brossura con alette
ISBN 9788857013442