Cartografia Morale

Un saggio di Giorgio Mangani che illustra i fondamenti retorici del funzionamento delle carte geografiche (il cosiddetto mapping) e sottolinea l'importanza di questo processo nell'organizzazione mentale, la memorizzazione, la capacità di argomentare e, dunque, di persuadere.

Disponibilità: Disponibile

Prezzo di listino: 25,00 €

Prezzo speciale: 23,75 €

Descrizione

Dettagli

Il paradigma della mappa ha condizionato profondamente l'evoluzione del pensiero scientifico moderno, ma anche della religione, dell'arte della memoria e della letteratura. Avvalendosi di una trentennale confidenza con lo studio della cartografia storica, Giorgio Mangani spiega in questo saggio i fondamenti retorici del funzionamento delle carte geografiche (il cosiddetto mapping) e sottolinea la loro funzione di strumenti per organizzare il pensiero, per memorizzare, argomentare, in definitiva per persuadere. Autore di numerosi studi tra cui Gerardo Mercatore. Sulle tracce di geografi e viaggiatori nelle Marche (con F. Paoli, Ancona, 1996) e una monografia sul primo atlante geografico a stampa, il Theatrum orbis terrarum (1570) di Abramo Ortelio (Il "mondo" di Abramo Ortelio. Misticismo, geografia e collezionismo nel Rinascimento dei Paesi Bassi, Franco Cosimo Panini Editore, Modena 1998), Giorgio Mangani ha insegnato storia della cartografia e del pensiero geografico in alcune Università italiane ed è stato Fellow for the History of Cartography alla Newberry Library di Chicago.

CARATTERISTICHE TECNICHE

- Formato: cm 15,5 x 21,3
- Pagine: 192
- Illustrazioni: 32 

Informazioni bibliografiche

Informazioni bibliografiche

Autore Giorgio Mangani
Peso 0.4440
Tipologia o materiale Brossura con alette
ISBN 8882908186